Servizi Chi siamo Notizie Contatti

Notizie

Energivori: decreto ministeriale del 21/12/2017  

di Giandonato Loporcaro pubblicato il 2017-12-29 10:45:42

Le anticipazioni date sul tema sgravi per energivori nel corso dell’anno ai nostri clienti e tramite un precedente post trovano piena conferma nel decreto ministeriale del 21/12 pubblicato qualche giorno fa attraverso il quale vengono ridefinite le aziende a forte consumo energia e gli sgravi ai quali le aziende aventi diritto potranno avere accesso. Nel decreto molte sono le novità apportate rispetto alla situazione attuale ( valida fino al 31/12/2017)

Si riassumono qui alcune delle principali novità:

1)  Definizione di Imprese a forte consumo di energia beneficiarie delle agevolazioni dal 1° gennaio 2018:

Sono aziende con consumo medio sul triennio precedente pari ad almeno 1 GWh/anno e che rispettano uno dei seguenti requisiti:

a)            operano nei settori dell’Allegato 3 alle Linee guida CE

b)           operano nei settori dell’Allegato 5 alla Linee guida CE ed hanno indice di intensità elettrica positivo rispetto al VAL non inferiore al 20%;

c)            non rientrano fra quelle di cui ai punti a) e b), ma sono ricomprese negli elenchi delle imprese energivore ,per gli anni 2013 o 2014.

 

La soglia minima di consumo per l’accesso agli sgravi è pertanto decisamente rivista al ribasso dal precedenti 2.4 GWh/anno agli attuali 1 GWh/anno  accesso

 

2)  E’ confermata l’applicazione della clausola del valore aggiunto. Alcune aziende, con peso del costo energia rispetto al VAL superiore del 20% avranno quindi accesso a sgravi molto maggiori rispetto al passato.

Per queste aziende lo sgravio sarà il massimo ottenibile applicando a seconda degli scaglioni di appartenenza, i corrispettivi calcolati secondo la seguente tabella  e secondo la successiva al punto 3:

3) per le restanti aziende con indice di intensità sul VAL inferiore al 20% gli sgravi saranno calcolati secondo la seguente tabella

4) altra importante novità è il fatto che tutte le grandezze in gioco (escluso consumi) per i calcoli degli indici di intensità saranno le medie del triennio precedente ( anni da N-4 a N-2) e che gli sgravi saranno erogati direttamente in bolletta nell’anno N

 

5) I consumi di riferimento per i conteggi saranno quelli del triennio precedente fino a quando ENEA (entro Luglio 2018) non pubblicherà parametri annuali di riferimento di consumo efficiente che molto probabilmente saranno limite superiore al consumo agevolabile della singola azienda.

Tali parametri, nelle intenzioni del legislatore, spingeranno le aziende energivore con consumo non considerato efficiente rispetto al settore ad interventi finalizzati all’efficientamento e riduzione dei consumi.

 

6) L’Autorità è chiamata a dare disposizioni operative entro metà Febbraio per  rendere operative le disposizione del decreto legge affidando la gestione degli elenchi energivori e delle erogazioni alla CSEA  

 

Come di consueto siamo a vostra disposizione per approfondimenti e conteggi sui vostri consumi,


Commenti